Il Pdl di Silvio Berlusconi all’Inaugurazione della Scuola di Casole d’Elsa

L’On. Catia Polidori (a destra nella foto) è venuta a Casole per la presentazione della scuola.

Chi può ancora avere dei dubbi sul ruolo del partito di Silvio Berlusconi nella Lista Civica che governa Casole d’Elsa, ha ora un ulteriore elemento di valutazione.
Ci si chiede se anche la Lista Civica di Volterra sia un “Cavallo di Troia della destra”.
Il 17 febbraio sarà una buona occasione per capire anche questo.

Giovanni Cencetti sul Corriere di Siena

Taglio del Nastro per la Scuola Media
L’onorevole Catia Polidori invitata alla presentazione del nuovo istituto

CASOLE D’ELSA – Casole d’Elsa, e quindi la Valdelsa senese, si arricchisce di una nuova modernissima struttura scolastica, destinata ad ospitare la scuola media “Casolani”, in procinto di lasciare alle scuole elementari la sede che ancora ospita. Una sede quest’ultima non certo vecchia, ma insufficiente ad ospitare una scuola media che, con un vasto bacino di utenza, sta registrando un forte incremento di iscrizioni.

Più grande quindi la nuova sede, ma soprattutto modernissima, non solo nelle sue linee strutturali, addirittura avveniristiche, ma anche nel razionale uso degli spazi: dall’ingresso, assai somigliante alla confortevole hall di un grande albergo che ad un istituto scolastico, ai grandi corridoi di disimpegno, dai servizi all’assenza assoluta di barriere architettoniche , dai bellissimi e attrezzati laboratori, alle aule spaziosissime e luminose, nelle quali i banchi individuali e trasformabili, hanno davanti a sè lavagne, che un insegnante, ha definito, davvero magiche.
Una scuola, quella inaugurata ieri mattina da far invidia ad importanti istituti del nostro territorio. Chi vi entra avverte immediatamente l’atmosfera di un mondo formativo che va cambiando e che già guarda al futuro. Poco davvero della vecchia idea di scuola, quando in realtà sono stati spediti in soffitta banchi scomodi, la penzolante cartografia geografica alle pareti, le nere e ingombranti lavagne con gli immancabili gessetti e cancellini dei nostri giovani anni. Insomma tutto qui sembra cogliere le nuove esigenze pedagogiche. Il mondo dell’informatica, della programmazione e dei nuovi strumenti di apprendimento vi sono riversati quale strumento di miglior apprendimento per i bambini e di più comodo insegnamento per i docenti.Dopo una visita accurata alla nuova scuola, abbiamo assistito, all’interno della grande palestra, non alle consuete e spesso generiche dichiarazioni degli invitati importanti, ma al loro preciso puntuale racconto di un lungo viaggio incominciato molti anni fa, portato avanti con convinzione e serietà e non senza difficoltà. Chi è intervenuto ha dato insomma avedere di aver vissuto di persona e condiviso questo lungo viaggio. Il sindaco Piero Pii ne ha sottolineato le tappe più significative, ricordando come, da oltre 15 anni, le amministrazioni che si sono succedute hanno tutte creduto in questo progetto; il presidente della Fondazione MPS, Gabriello Mancini, che ha peraltro raccolto l’unanime plauso in ogni intervento, ha messo in rilievo che i massicci contributi alla realizzazione di questa scuola rispondono alla politica della fondazione, che vede nell’istruzione e la scuola, una delle cinque priorità in assoluto; Simone Bezzini, presidente della provincia, anch’essa presente nei contributi, ha rilevato l’importanza di questa realizzazione: “credere in una scuola al passo coi tempi – ha detto – significa credere in una società migliore”; la professoressa Cotoloni, a lungo dirigente scolastica qui ed ora dirigente scolastica provinciale, visibilmente commossa nel poter toccare con mano un progetto lungamente accarezzato, ha colto un aspetto assai importante della cerimonia di ieri: la presenza, insieme ai quattrocento bambini del plesso scolastico casolese, di un gran numero di cittadini.
“Un segno tangibile che la scuola – ha affermato – è fortemente radicata in questa comunità, che ne apprezza e condivide il ruolo”; l’onorevole Catia Polidori, presente insieme al sindaco di San Gimignano Giacomo Bassi e a quello di Colle Spinelli, deputata umbra della coalizione al governo, che si è detta lieta e onorata di essere stata invitata a questa inaugurazione, esprimendo il suo augurio alla nuova scuola, ha voluto ricordare ai bambini presenti che altri bambini, mano fortunati di loro, non potranno godere degli stessi vantaggi.
Ha chiuso gli interventi la professoressa Monica Martinucci, dirigente scolastica del II circolo didattico di Colle e dirigente scolastica della scuola casolese, è stata la regista, insieme alle altre docenti presenti, della suggestiva cerimonia, terminata con il canto dell’Inno di Mameli.

You may also like...

Comments

  1. Fabio Ciofi says:

    Si lo so gentile redazione di Casolenostra, le liste civiche vi hanno tolto spazio di manovra e di inziativa, coprendo quella fascia di popolazione insoddisfatta dalle precdenti amministrazioni Pd… ma voi no siete un partito politico no? Siete solo una associazione a difesa strenua del territorio, a volte anche a discapito dell’uomo, ma che importa. Quindi non credete che le liste civiche se si chiamano così un motivo ci possa essere? E non credete al tempo stesso che se fossero davvero come ormai ventilate da tempo, liste travestite del centrodestra, non avrebbero mai e poi mai in alcun modo potuto vincere la competizione elettorale? Fatevene una ragione, una fetta importante di elettorato di centrosinsitra, a Casole, Volterra, Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Pienza, ha votato le liste civiche e credo che nei confronti di questo elttorato voi commettiate una grave scorrettezza emancanza di rispetto…
    Perpetuamente cordiale
    Vs Fabio Ciofi

  2. Barbara says:

    Non credo che le Liste Civiche siano un problema in una sana democrazia, mi sembra un modo come altri di confrontarsi, sarebbe opportuno però, chiarire ai cittadini di che orientamento è la Lista Civica, visto che tu parli di correttezza e rispetto. Il fatto che un importante esponebte del PDL sia stato invitato a partecipare alla cerimonia mi sembra che abbia un chiaro significato, o no?

    1. Anonymous says:

      per onor di cronaca l’on. Polidori è un’esponente dei Riformatori, movimento che sostiene (al momento) il governo e non fa parte del PDL

  3. Ragazzi Casolesi says:

    è proprio vero siete come i bambini all’ asilo..non sapete perdere esopratutto siete gelosi….non vi và mai bene nulla!!! sempre esponenti del PD non siete mica eterni!!!
    siete come i vestiti passate di moda!

  4. Barbara says:

    Cari “ragazzi casolesi” forse i bambini siete voi che non avete il coraggio di dichiararvi nome e cognome. E’ ormai costume presentarsi nei vari blog e social network con pseudonimi ma questo non mi sembra corretto come ho avuto occasione di dire altre volte. Se il vostro intento è fare il bene di Casole e della collettività, perchè nascondersi? Metteteci la faccia!
    Saluti

    Barbara Pini

  5. Giuseppe Cantini says:

    Cari compaesani,
    avendo sabato mattina sentito commentare in giro per il paese della meravigliosa inaugurazione della nuova scuola media sono andato alla ricerca
    di notizie e commenti su questo evento sperando di trovare anche alcune foto dell’evento e dei locali su i vari soliti siti casolesi.
    La cosa che ho notato e che mi è balzata agli occhi è che mentre alcuni hanno riportato l’evento in forma molto minimale altri nemmeno mensionano l’evento altri
    riportano l’articolo di Corriere di Siena sottolinendo con grassetti ed introduzioni tali da distorcere (quando ho letto a me è successo) quello che doveva essere l’ Evento vero così importante per la
    nostra comunità.

    Mi spieco meglio….
    Per l’inaugurazione della Scuola Media di Casole d’Elsa Casole Nostra titola….
    ” Il Pdl di Silvio Berlusconi all’Inaugurazione della Scuola di Casole d’Elsa” e con il suo grassetto sottolinea:
    “Chi può ancora avere dei dubbi sul ruolo del partito di Silvio Berlusconi nella Lista Civica che governa Casole d’Elsa,
    ha ora un ulteriore elemento di valutazione.
    Ci si chiede se anche la Lista Civica di Volterra sia un “Cavallo di Troia della destra”.
    Il 17 febbraio sarà una buona occasione per capire anche questo. ”

    Mi chiedo ma è possibile che davanti ad un evento così importante per la nostra comunità, non si riesce ad esprimere nemmeno un minimo apprezzamento positivo (o anche negativo)
    pertinente però all’argomento. Perchè la buttate sempre in berlusconi o peggio ancora in intrigate considerazioni pseudo politiche e cervellotiche che forse capite solo in due o tre persone in paese.?

    Mi spiegate cosa ci azzeccano i cavalli di troia di volterra con l’inaugurazione della scuola media ??

    Mi sembra che voler deviare l’attenzione strumentalizzando un evento importante come questo su le solite vostre caciare (non offendetevi del termine ma vi assicuro che a molti,… molti
    cittadini normali come me non interessano quasi nulla o meglio interessano altre cose scuole, asili, tempo pieno, lavoro, viabilità, tasse, etc etc..) dia a noi persone della piazza e del bar la sensazione
    di avere una visione troppo polarizzata della nostra realtà locale polarizzata al punto tale da offuscare anche avvenimenti importante come questo.
    Questo comportamento porta a perdita di credibilità, forse non vi importa nulla ma fidatevi è così.

    Umilmente per il bene di Casole

    Giuseppe Cantini

  6. Luca Mancini says:

    Sono assolutamente d’accordo con lei, signor Cantini.
    Non condivido l’uso di questo evento da parte di Casolenostra per sottolineare ancora una volta il legame tra Berlusconi e Pensare Comune, cosa che ormai hanno capito anche le galline.
    Però non condivido neanche la strumentalizzazione dell’invito di una deputata Pdl che con la scuola non c’entra nulla (peggio, legata a CEPU), anche solo per cominciare a preparare un possibile futuro politico, una candidatura nel Pdl per il nostro sindaco.
    E neanche la scelta del Corriere di Siena di commentare l’articolo con la foto della deputata Polidori mi sembra molto elegante.
    Direi che in questo caso hanno sbagliato tutti.
    Cordialmente
    Luca Mancini

  7. Fabio Ciofi says:

    Per Barbara, che mi sembra una ragazza sveglia e dialetticamente elstica al di là degli schieramenti: magari dico magari perchè non lo so, era stato invitato anche qualche esponente del centrosinistra che ha cortesemente declinato l’invito… Sulla collocazione politica della lista civica mi pare di aver già detto abbastanza barbara, questa lista non avrebbe mai vinto se non avesse preso centinaia e continaia di voti dall’elettorato di centrosinistra, e a questo elttorato credo non faccia grande piacere sentirsi continuamente ribattezzare come “lista di Berlusconi”, poi ognuno continui a fare come vuole.
    Al simpatico Luca Mancini col quale soventre ci incrociamo su questi spazi, dico che hanno sbagliato tutti lui compreso, poiché l’onorevole Polidori ha smentito fino alla noia di appartenere alla famiglia “cepu”, con la quale non c’entra assolutamente niente…
    Cordialità generale

  8. Fabio Ciofi says:

    E visto che, come dice Mancini, hanno sbagliato tutti, non ho voluto essere da meno, dimenticando che alla suddetta inaugurazione ha partecipato in veste ufficiale il Presidente della Provincia di Siena, l’ottimo Simone Bezzini, Pd.

  9. Giuseppe Cantini says:

    Credo che giudicare quali siano le figura istituzionali, che sia giusto o non giusto invitare ad una manifestazione di questo tipo crea immediatamente un torto alle istituzioni.
    Credo in queste occasioni più ce nè e meglio è….personalmente, io ho avuto piacere della presenza sia dell’onorevole Polidori, (come dice Luca Mancini del PDL, anche se mi sono documentato una attimo e dal sito della camera risulta un depitato in forza al gruppo Iniziativa Responsabile ed ex PDL),sia del Presidente della
    nostra Provincia Simone Bezzini che mi risulta in forza al PD sia il sindaco di Colle Brogioni che mi risulta in forza al PD sia il Sindaco di S.Gimignano Bassi che mi risulta in forza al PD e se ci fossero stati altri politici di destra o di sinistra per me sarebbe stato ancora meglio……..ma per dirla tutta per come la penso ….Caro Luca Mancini la persona più importante che era presente in quell’occasione, secondo il mio modesto modo di pensare, era proprio il suo omonimo Mancini che però si chiama Gabriello, il quale mi risulta che abbia espresso parole importanti specialmente per gli investimenti futuri…….
    Sempre per il bene di Casole, umilmente un saluto Giuseppe Cantini

  10. Barbara says:

    Caro Fabio, non trovo niente di male nel fare una lista civica che sia orientata a destra, trovo però poco corretto il nasconderlo e francamente poco convincente (ho avuto modo di esprimermi in tal senso con alcune persone che ne fanno parte)il fatto che siano nella stessa coalizione persone che in passato hanno governato e chi nello stesso periodo gli ha fatto opposizione, ma questa è una mia opinione.
    Trovo però tremendamente scorretto chi fa affermazioni pesanti e molte volte irrispettose come questi “ragazzi casolesi” che intervengono con pseudonimi per lanciare il sasso e poi nascondere la mano. In una moderna democrazia, sempre nel rispetto degli altri perchè avere paura della normale dialettica anche se aspra. Ne convieni con me Fabio?
    Per quanto riguarda invece il fatto che siano intervenuti esponenti del PD, il Presidente della Provincia compreso, lo trovo assolutamente normale. La scuola è bellissima ed è un bene per tutta la comunità e sarebbe stata inaugurata comunque anche se ci fosse stato qualcun altro ad amministrare questo Comune.
    Cordialmente

    Barbara Pini

    1. Francesco Baffetti says:

      Riporto solo a titolo informativo le definizioni di Nickname e lista civica: (definizione da dizionario e Wikipedia)
      LISTA CIVICA: Lista civica è il nome dato comunemente ad una lista di candidati alla carica di sindaco e di consigliere comunale che si presenta alla prova elettorale senza essere, almeno ufficialmente, espressione diretta di un partito politico nazionale.

      NICK: Nella cultura di Internet, un nickname o semplicemente nick è uno pseudonimo o “nome di battaglia”, usato dagli utenti di Internet per identificarsi in un determinato contesto o in una determinata comunità virtuale. Spesso sono soprannomi, ma possono essere sigle, combinazioni di lettere e numeri. Alcuni contesti in cui il nome adottato da un utente viene comunemente chiamato nickname sono per esempio:
      sistemi di chat (per esempio IRC)
      sistemi di instant messaging come ICQ o Windows Live Messenger
      forum sul Web
      newsgroup di Usenet
      videogiochi multiutente online
      la stessa wikipedia

  11. Fabio Ciofi says:

    Covengo su tutto Barbara, e per quanto mi riguarda come vedi inserisco sempre nome cognome e mail… Una sola cosa non riesco a farti capire, ma se davvero questa lista fosse orientata a destra trovi possibile che almeno 300 elettori di centrosinistra l’avrebbero votata? Guarda è certo al 100%, non si sfugge, coi soli voti del centrodestra, che poi non sono stati presi neppure tutti perchè c’era la lista ella Lega e sicuramente altri scontenti che si sono astenuti, dicevo guarda Barbara che a Casole coi voti del centrodestra non si vince, è pacifico, quindi ripeto, non si può definire una lista votata almeno al 40% da elettorato di centrosinistra una lista spostata a destra, non è corretto credimi. Soprattutto per que numerosi vostri elettori che nelle altre due competizioni elettorali, provinciali e europee, hanno votato Pd… vatti a vedere i risultati delle europee quelli delle provinciali, e poi quelli delle Comunali, e vedrai quanti voti che mancano… (tanto è vero che la sera prima dello scrutinio delle Comunali, visto come erano andate le altre elezioni, qualcuno già brindava…) Un saluto di stima
    Fabio

  12. Luca Mancini says:

    Cara Barbara Pini,
    su questo ha perfettamente ragione il dott. Ciofi. Piero Pii è riuscito a dirottare centinaia di voti della sinistra nella lista di Berlusconi, e di questo gli va reso merito. I numeri non mentono. E credo che il Pdl saprà mostrare la sua gratitudine, come già sta facendo.
    Se poi gli elettori di sinistra che hanno votato “inconsapevolmente” il Pdl ora si sentono presi in giro, peggio per loro, non possiamo fare una colpa a Pii per essere più astuto degli altri.
    Se ne riparlerà alla prossima tornata elettorale.
    Cordialmente
    Luca Mancini

  13. Lettera Firmata says:

    Che ….. sia il giochino ….. del …..

    “paio di scarpe”

    ….. di storica memoria ….. ?????

    ARAN

  14. Mala Tempora says:

    Berlusconi sta a Pii come Capezzone sta a Ciofi ?

  15. Fabio Ciofi says:

    Gentile Luca, lei continua ad offendere quegli elettori, mostrando disprezzo per la loro scelta, non le fa onore…
    al dottor malatempora dico che Berlusconi Capezzone e Pii sono uomini politici di grande spessore con i quali nemmeno provo a misurarmi… con lei dottore, invece devo dire che mi trovo molto a mio agio, non so ogni volta che scambio dialetticamente con lei dopo mi sento meglio, grazie. Stia in gamba.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: