Dario Conte scrive al Partito Democratico di Casole d’Elsa

Pubblichiamo il testo della lettera inviata da Dario Conte al Partito Democratico di Casole d’Elsa.
Lettera che, come tante altre, non ha mai ricevuto risposta, né con le parole né con i fatti. (n.d.C.N.)

Cari Amici,
cerco di seguire regolarmente quanto riportato sul sito e sono francamente esterrefatto da alcuni dati.
· Dal primo al 21 febbraio sono state riportate cinque comunicazioni
· Un’altra comunicazione compare in data 8 marzo quando ci si rende conto, cosa ampiamente nota in tutto il mondo, che essendo la Festa della Donna, magari un augurio lo si può anche mandare
Sono passati da allora 83 giorni ed evidentemente non c’è stato altro di interessante in un Comune con i problemi che tutti conosciamo (tutti ???).
È però il problema dell’etica che è più rilevante.
È morto Mario Batoni e non compare neppure una sillaba sulla sua persona. Si può discutere sul pensiero di un compagno, ma non si può passar sopra alla sua morte come se non interessasse a nessuno.
È morta Marisa Ferrari e nulla compare per una compagna vivacissima, generosa, propositiva e soprattutto partigiana.
Entrambi ci hanno insegnato che i calcoli bottega, l’interesse personale e ciò che conviene vanno sempre superati dalla scelta di ciò che è giusto.
Ma anche questo forse non interessa più a nessuno.

Un caro saluto, nel ricordo amaro di ciò che eravamo e nella speranza che possiate pubblicare questa mia lettera, certamente critica ma eticamente corretta.
Dario Conte

You may also like...

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: