Il Dovere di un Sindaco

Nelle ultimissime ore i quotidiani nazionali hanno dato grande rilievo alla terribile iniziativa di gruppi neofascisti e neonazisti italiani (Forza Nuova e Casa Pound) senza alcuna presa di distanza del centrodestra, di affiggere sulla case di antifascisti l’adesivo “Qui abita un antifascista”.

Un minaccia, in perfetto stile squadrista, che ha suscitato la risposta chiara e inequivocabile, di molti sindaci che si sono fatti fotografare accanto a questo adesivo, con la fascia tricolore, per esprimere  il loro assoluto dissenso e una risposta democratica a una iniziativa volgare e inqualificabile.

I sindaci hanno voluto sottolineare la loro adesione, in qualità di rappresentanti di tutti i cittadini, ai valori fondanti della nostra democrazia. I valori che sono alla base della Costituzione, sacra e inviolabile, del nostro Paese.

Per questo chiediamo al sindaco di Casole d’Elsa, dott. Piero Pii, per molti anni esponente di spicco della sinistra toscana, anche se recentemente la sua posizione è radicalmente cambiata con l’adesione  al centrodestra, di esprimere in maniera inequivocabile, chiara e netta, la sua adesione ai valori fondanti della Repubblica Italiana.

Chiarissimo Sindaco, indossi la fascia tricolore, confermi il suo giuramento ai valori della Repubblica ed esprima il suo più assoluto disprezzo per una provocazione che ha suscitato rabbia e contrarietà in tutti i democratici: è un atto doveroso nei confronti dei cittadini che rappresenta.
Non si tratta di coraggio ma solo di responsabilità democratica e intellettuale.

Molti, moltissimi si aspettano questo gesto e si augurano che sia tempestivo.

Ne va della credibilità delle istituzioni e della giunta. Sì perché opporsi alla stella sui vestiti di ebrei, zingari, omosessuali, comunisti,  all’affissione di cartelli “questo negozio è ariano”, a coloro che hanno approvato (casa Savoia) e approvano (Casa Pound, Forza Nuova e purtroppo non solo …) le leggi razziali, fa parte del nostro essere liberi cittadini di una Repubblica basata sul Lavoro e sui valori della Resistenza.

Chiarissimi Sindaco e Giunta di Casole d’Elsa, i cittadini non si aspettano, su questa provocazione, un vostro indifferente silenzio, ma una presa di posizione chiara e inequivocabile.

 

You may also like...

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: